Il Gruppo  Spillo54.Club è chiuso.

LE ULTIME NOVITA' DEL SITO LE PUOI VEDERE

QUI

 
I realizzatori del presente sito si dissociano dal violare la legge n.633 del 22 aprile 1941. Altresì tutto il materiale pubblicato, per il fatto stesso che deve essere utilizzato per i SOLI SCOPI DI STUDIO E VALUTAZIONE, non deve essere definito illegale ma di LIBERO UTILIZZO. Poiché alcuni dei contenuti e delle informazioni rinvenibili nella rete Internet possono in vario modo essere contrari alle leggi vigenti, i realizzatori del sito avvertono l'utente che il download di alcuni tipi di file può costituire violazione del diritto d'autore. Gli autori non assumono a riguardo alcuna responsabilità ed avvertono l'utente che l'uso che egli fa di tutto ciò che è contenuto su questo sito ricade sotto la sua completa ed esclusiva responsabilità. Scaricando uno qualunque dei files presenti sul sito l'utente concorda in un periodo di valutazione di 24 ore e prima che questo periodo scada dovrà cancellare il file dal suo harddisk.

COME DIVENTARE UN DELINQUENTE VIA INTERNET...

Da 15 anni ho un sito formato solamente da links ad altri siti esteri che contengono album musicali, ma la magistratura ha aperto lo stesso un procedimento penale nei miei confronti per "la diffusione in pubblico, con uso non personale e per fine di lucro, di materiale informatico protetto da diritto di autore". La ormai tristemente famosa legge Urbani prevede per questo fino a 4 anni di carcere, la confisca del pc, una ammenda fino a 15.000 euro e la pubblicazione, a mie spese, sui maggiori giornali italiani della notizia che sono un delinquente, un cancro per questa società così pulita e giusta. 

Ho superato i 50 anni, ho prestato servizio per 25 anni nella Polizia di Stato ritenendo che i delinquenti sono quelli che uccidono i ragazzi con la droga e con le armi, quelli che stuprano le donne, quelli che fanno i soldi sulla pelle degli altri, ma evidentemente non è più così. Catalogavo musica per hobby, musica vecchia, prevalentemente italiana di cui oramai si è quasi persa la memoria e, senza nessun guadagno personale, la portavo a conoscenza delle persone più mature per le quali rappresenta un piacevole ricordo e dei più giovani che neppure la conoscono, ritenendo anche di aiutare gli artisti a far conoscere il loro prodotto, ma non avevo fatto i conti con il potere di chi fa i miliardi sfruttando gli artisti stessi. 

Io non credo che questo si possa considerare un reato e fino a quando non vedrò la sentenza di un Giudice che affermarà il contrario continuerò a mantenere l'hobby del mio sito. Non accetto intimidazioni dal "Potere" e non mi considero un delinquente, se a qualcuno non sta bene che su Internet si trova anche della musica gratuitamente che facciano chiudere i provider (se ne sono capaci) o, meglio ancora, che usino le Forze dell'Ordine per dare la caccia ai Dialer che estorcono con l'inganno somme ingenti ai navigatori sprovveduti per scaricare gli mp3. Per quel che mi riguarda non faccio altro che indicare dove si può reperire in rete determinato materiale che è già presente su internet. Il navigatore sa che se lo scarica entro 24 ore dal download lo deve cancellare oppure comprare l'originale, bla.... bla... bla....

Ora quello che più mi da fastidio è essere paragonato a un certo Silvio Berlusconi, indiziato di reati ben più seri del mio (anche lui innocente fino a prova contraria), e a casi come questi:

da www.ilcrotonese.it
"Pene ridotte anche per tre componenti della famiglia Amato che rispondevano di associazione a delinquere, estorsione, furto, incendio e danneggiamento.[...] a Massimo Amato 3 anni e 2 mesi di reclusione"

da www.repubblica.it
Riconosciuti colpevoli, per la terza volta consecutiva. Responsabili della morte assurda di Marta Russo, colpita alla testa quella mattina del 9 maggio 1987. Ma condannati a pene ridotte, rispetto alle sentenze precedenti. E' questo l'esito del processo d'appello-bis per l'omicidio della Sapienza, che ha visto alla sbarra Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro. Insieme al terzo imputato dal ruolo "minore", Francesco Liparota.
Ecco le pene: 6 anni per Scattone (omicidio colposo); a 4 anni e 6 mesi per Ferraro; a 2 anni e 2 mesi per Liparota (favoreggiamento per entrambi)

da www.corriere.it
Con la richiesta di quattro condanne da 3 agli 8 anni si è conclusa al tribunale di Milano la requisitoria del pm al processo per l’incidente aereo di Linateche l’8 ottobre del 2001 provocò la morte di 118 persone nello scontro tra due aerei.[...] Tre anni e 10 mesi sono stati chiesti per Paolo Zucchetti, controllore di volo dello scalo milanese.

.

Sicuramente ora mi trovo in un mare di guai, gli avvocati e le sanzioni che dovrò subire mi costeranno cifre notevoli. Tu che frequenti il mio sito da sempre sei testimone che non ho mai chiesto soldi a nessuno per scaricare un mp3 e sai anche che non ho commesso nulla di male, ma sono solo una delle tante vittime di una legge ingiusta, ma purtroppo in vigore.  Guarda le due foto sotto: 

quello a sinistra è il tirapiedi di quello a destra, quello a destra è il principale proprietario di case discografiche e cinematografiche in Italia. La sua filosofia è che se togli un solo cliente ai suoi negozi di cd (venduti a prezzi esorbitanti) la cosa è più grave (4 anni di carcere) di un falso in bilancio che può mettere sul lastrico migliaia di famiglie (reato depenalizzato da lui stesso). 

(a scanso di equivoci, visto che fortunatamente ancora non è stato soppresso, l'art. 21, atto I° della Costituzione Italiana dice: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.")

.

Quando c'era Silvio - Storia del periodo berlusconiano - L'uomo che ha più diviso gli italiani raccontato con immagini, interviste e documenti visivi inediti e unici. La vera storia dello stalliere della mafia (e le sue conseguenze). La moltiplicazione della sua ricchezza.

.

Vuoi sapere di più sugli imbrogli di Berlusconi? Visita questo sito ----->

,.,